Agenzia di
Firenze

Piazza della Repubblica, 6
Telefono 055/4633502

Contattaci

Villa a Reggello

Reggello (Firenze) - Sant'Ellero - Posizione panoramica raggiungibile facilmente sia a piedi che in macchina dalla stazione di Sant'Ellero, dalla quale la stazione di Santa Maria Novella dista circa 20 minuti.
Terratetto ristrutturato formato da due unità abitative. La principale di mq 280 circa, la più piccola con ingresso indipendente di circa 80 mq.
L'abitazione principale si compone di un piano terreno e di un piano primo collegati da una scala interna in pietra serena. Detta abitazione è stata completamente svuotata, restaurata e quindi risanata sia nelle pareti che nei solai.
I pavimenti sono stati realizzati con cotto Manetti, tranne nella zona notte padronale e nella zona ospiti.
La maggior parte delle pareti è stata trattata nel grezzo con marmorino e poi rifinita con grassello. La zona studio in particolare è stata completamente rivestita con pannelli di castagno. Anche tutto il soffitto è in castagno. Si fa notare che la zona ingresso e la zona libreria hanno il soffitto tamponato con un cassettone realizzato con legno di acero ed intarsio di faggio.
Per quanto riguarda l'impiantistica si segnala il fatto che - viste le dimensione dell'appartamento e la volontà di realizzare un risparmio energetico - il riscaldamento, alimentato a metano e facente capo a radiatori in ghisa e a dei fancoil - è stato diviso in quattro sezioni indipendenti controllate da termostati.
L'impianto idrico è inoltre supportato, in caso di bisogno, da un serbatoio di 500 litri controllato da un'elettrovalvola ed un pressostato.
Le finestre, tutte con vetrocamera sono state realizzate a luce unica per illuminare al meglio le stanze e dotato di meccanismo di anta-ribalta. Le suddette sono poi protette da persiane in ferro verniciate a polveri e dotate di serratura.
Il tetto della casa è stato completamente risanato con pianelle sabbiate una ad una provenienti da un unico antico casale e con travature nuove in castagno trattate in modo anticato, tranne 2 travi lunghe che erano le uniche sane e che provengono da una lavorazione fatta all'epoca dai monaci Vallombrosiani come testimonia un'incisione.
Infine, l'affresco che domina il salone è stato trovato sotto uno spesso strato di tinteggiature, dopodiché è stato accuratamente restaurato.

LOCATION

Nei documenti antichi questa località viene denominata con il duplice toponio Sant'Ellero in Alfiano. Il primo si riferisce al Santo monaco ed abate vissuto nel V secolo a Galatea di Romagna. Questo Santo fu preso come patrono della chiesa monastica delle Benedettine Cluniacensi che già nel 1000 qui risiedevano ed avevano allora come badessa la Contessa Itta dei Conti Guidi. Pertanto da questo fatto è venuta la denominazione di Sant'Ellero, in aggiunta a quella di Alfiano che è più antica.

17
5
4
No
No
Privato
Autonomo
Presente
2007