Mercato del pregio sempre positivo a Milano e Roma. Milano è la capitale del lusso

Il mercato degli immobili di pregio a Milano e Roma ha confermato la ripresa osservata nel 2017 e nel primo semestre 2018. Nel secondo semestre 2018 i prezzi delle case di lusso a Milano sono cresciuti dello 0,6%.

È quanto emerge dai dati Santandrea, elaborati dall’ufficio Studi Gabetti, che. come sempre, prende in considerazione Milano e Roma, i due principali mercati del lusso in Italia.

A Milano il 70% della domanda è orientato verso l’acquisto, in particolare di immobili usati, mentre alla locazione, di residenze sia nuove e sia usate, è interessata il 30% della domanda.

A Roma è il 60% della domanda a essere interessato all’acquisto, in prevalenza di immobili usati. Una buona fetta della popolazione, il 40%, preferisce l’affitto, optando, nella maggioranza dei casi, per soluzioni nuove o ristrutturate. 

La città più vivace per le compravendite resta Milano. Qui le quotazioni sono cresciute dello +0,6%, aumento dovuto principalmente all’innalzamento dei prezzi per le soluzioni nuove o ristrutturate nel Quadrilatero, dove le quotazioni hanno toccato  i 13.500 euro al mq, nella zona di Magenta-Pagano-Castello, dove le quotazioni hanno raggiunto i 7.500 euro al mq, e per le soluzioni usate o da ristrutturare a Brera.

La zona del Quadrilatero si aggiudica, ancora una volta, i valori più alti sia sul mercato delle compravendite che su quello delle locazioni. Queste ultime hanno raggiunto quotazioni di 11.000 euro al mq.

Cresce anche a Roma la domanda di immobili di pregio, a eccezione delle zone di Flaminio e Salario–Trieste dove la situazione è rimasta invariata. Stabile, invece, l’offerta in vendita, con un’ulteriore flessione a Trastevere e una crescita a Prati e Salario-Trieste. Il Centro Storico, dopo l’incremento del numero delle compravendite registrato nei primi sei mesi del 2018, ha mostrato una sostanziale stabilità. I prezzi sono rimasti invariati in tutte le zone con primi segnali di flessione delle quotazioni a Prati e di rialzo a Pinciano-Veneto, con valori in aumento del +0,5%. Le quotazioni per gli immobili nuovi o ristrutturati vanno dai 4.500 euro al mq agli 11.000 euro al mq.

“Milano sta rivestendo un ruolo centrale per l’Italia come polo attrattore per più tipologie di investitori sia nazionali che internazionali. – dichiara Fabio Guglielmi, Consigliere delegato Santandrea Luxury Houses - Le grandi operazioni immobiliari che hanno disegnato il panorama della città negli ultimi anni e quelle che la caratterizzeranno nei prossimi, si identificano per un’elevata qualità architettonica e per un effetto domino sui quartieri che le ospitano. Non è quindi un caso se a Milano al 2018 si contano una cinquantina di cantieri o nuovi sviluppi, per un totale di quasi tremila nuove unità immobiliari di pregio. Di contro, una città come Roma, potenzialmente più attrattiva di Milano dal punto di vista architettonico e culturale, è andata via via perdendo, in parte, il fascino della città eterna. E questa perdita di fascino si è tradotta in termini immobiliari in un graduale rallentamento degli investimenti, contando al 2018 solo mille nuove unità immobiliari di pregio. Quello che avviene a Roma è che lo stato manutentivo e il contesto spesso non riescono ad incontrare le richieste della domanda, tanto che lo stock ristrutturato rappresenta una percentuale poco significativa. Roma resta comunque, ma sempre più a fatica, una meravigliosa e straordinaria città ricca di un patrimonio immobiliare di valore che se adeguatamente riqualificato e adattato alle desiderata della domanda può e potrà rappresentare uno dei driver di attrattività”.

Scarica l'abstract del report.

Per richiedere il report completo invia un email a direzione@immobilisantandrea.it