Le nuove regole del pregio su Roma e Milano

Una residenza di pregio? Oggi sono diverse le caratteristiche che fanno differenza. «Il lusso ora è una somma di caratteristiche contestualizzate - dichiara Fabio Guglielmi, direttore generale Santandrea Luxury Houses - non solo la zona centrale di pregio, ma anche il palazzo in cui è situato l’appartamento, caratteristiche quali il piano alto e l’esposizione, la sicurezza e la presenza di servizi di portineria e vigilanza, la presenza di terrazza e box auto». E a confermarlo sono Roma e Milano, ancora oggi tra le città italiane di riferimento per mercato immobiliare residenziale di pregio. I centri storici delle due città rimangono tra le zone più richieste per immobili esclusivi. 

Lo Studio Nomisma – Santandrea, in collaborazione con l’Ufficio Studi Gabetti, rivela che abbiamo 36.479 residenti nel centro storico meneghino e oltre 50mila in quello della città eterna. A Milano il 51,4% degli edifici presenti in questa zona risulta essere stato costruito prima del 1945 mentre a Roma la quota sale al 96%. Il centro storico ambrosiano supera invece Roma per la presenza di famiglie residenti in abitazioni di proprietà che è pari al 60,8% mentre nella caput mundi la quota raggiunge il 53%. La richiesta di immobili di pregio è cresciuta nel 2016 nei centri storici delle città mentre i tempi medi di vendita sono di 5-8 mesi a Milano e di 6-8 mesi a Roma.

Scarica il report realizzato da Santandrea Luxury Houses e Nomisma


Rielaborazione Intervista a Fabio Guglielmi, a cura di Anna Paperno, Requadro.com, 27 marzo 2017.