Il Mercato degli Immobili di pregio a Milano: il Rapporto Santandrea 2018

Il mercato residenziale del lusso a Milano, nel corso del secondo semestre 2018, ha confermato la ripresa già osservata nel corso del 2017, in particolare per quanto riguarda il segmento della compravendita, più dinamico di quello delle locazioni di immobili di prestigio.

È la sintesi, riferita al capoluogo lombardo, del rapporto “Il Mercato degli Immobili di pregio a Milano e Roma – Settore residenziale H2 2018”, frutto della consolidata esperienza dell’Ufficio Studi Gabetti nell’attività di analisi sul mercato immobiliare, della posizione di rilievo di Santandrea Luxury Houses nel mercato dell’intermediazione di immobili di pregio nelle principali città italiane, e dell’indagine qualitativa realizzata da Doxa per identificare bisogni ed esigenze della domanda, grazie alla raccolta di dati e informazioni attinte direttamente dai protagonisti stessi del mercato.

Report Residenze Pregio - Santandrea Luxury Houses

Il Mercato degli Immobili di pregio a Milano: il Rapporto Santandrea 2018

A questo proposito dal Rapporto Santandrea 2018 emerge chiaramente come la casa non è più soltanto un bene o un investimento, ma deve rappresentare un’esperienza, ancor più nel segmento del lusso. Non si acquista solo una casa ma si acquista il “piacere dell’abitare” e ciò che ci si aspetta si potrà vivere all’interno della casa. Nella ricerca di una casa di pregio questa esigenza si traduce in un vero e proprio viaggio, che parte dall’identificazione del quartiere in cui si vuole vivere (che dev’essere ben servito), guarda alla location (che deve avere una sua spiccata personalità) e si focalizza infine sull’immobile.

In particolare per quanto riguarda Milano, la città ha ormai acquisito un ruolo centrale per l’Italia come polo attrattore per più tipologie di investitori sia nazionali che internazionali, e le grandi operazioni immobiliari che hanno disegnato il panorama della città negli ultimi anni e quelle che la caratterizzeranno nei prossimi si identificano per un’elevata qualità architettonica e per un effetto domino sui quartieri che le ospitano. Non è quindi un caso se a Milano nel 2018 si contano una cinquantina di cantieri o nuovi sviluppi, per un totale di quasi tremila nuove unità immobiliari di pregio, e si prevede che per il primo semestre del 2019 il numero delle compravendite e dei contratti di locazione a Milano sarà ancora in crescita.

Report Immobili Pregio - Santandrea Luxury Houses

Trend di acquisto e locazione immobili di lusso a Milano nel 2018

Ma cosa considerano i milanesi nell'acquisto di una abitazione di pregio? Sono almeno 5 le caratteristiche distintive di una casa di lusso a Milano, votate su una scala da 0 a 10: la luminosità (81%), le caratteristiche della zona (63%), il piano dell'abitazione (50%), la presenza di garage o posto auto (44%) e infine il terrazzo (38%). Se queste sono le caratteristiche generali, c'è poi la grande distinzione tra casa di lusso d'epoca, in genere preferita dal target over 40 che si indirizza verso immobili dei primi del Novecento per il legame ai valori storici e tradizionali, e nuove costruzioni, preferite dal target 30/40 che cerca immobili di design dotati di tecnologie smart che rappresentano il fascino del moderno, l'appeal della firma dell'architetto e la nuova concezione degli spazi.

Tutto questo si traduce con un aumento delle compravendite degli immobili di prestigio a Milano, in particolare nelle zone del Centro Storico, di Brera e di Magenta-Pagano-Castello, una positiva variazione dei prezzi del +0,6% tra primo e secondo semestre, con tempi medi di vendita assestati intorno ai 6 mesi e una scontistica applicata in fase di chiusura delle trattative intorno all’11%. Anche le locazioni di immobili di prestigio a Milano nel 2018 sono risultate in crescita, in particolare nelle zone del Centro Storico, di Brera e di Magenta-Pagano-Castello dove la disponibilità di abitazioni è maggiore. I tempi medi di locazione hanno confermato l’andamento del mercato degli ultimi anni con una parziale contrazione, al di sotto dei tre mesi, e uno sconto medio tra canone richiesto e canone effettivo intorno al 9%.