Cresce il mercato delle locazioni di pregio a Roma e a Milano

Roma e Milano confermano l’andamento positivo per il mercato delle locazioni di pregio. Ad affermarlo è l’Ufficio Studi di Gabetti, sulla base di dati raccolti in collaborazione da Nomisma e dal network di agenzie dedicate a immobili di pregio Santandrea. «Nel mercato delle residenze esclusive, anche il segmento della locazione ha confermato un trend positivo nell’ultimo anno – commenta Fabio Guglielmi, Direttore Generale Santandrea Luxury Houses (Gruppo Gabetti). Questo deriva sicuramente da fattori legati ai cambiamenti socio-demografici che hanno caratterizzato gli ultimi anni: mutate esigenze di mobilità, per studio e lavoro, che determinano la necessità di avere un’abitazione più flessibile. Anche lo sviluppo dell’alta velocità ferroviaria ha contribuito a incrementare e agevolare gli spostamenti in ambito lavorativo e di conseguenza il mercato delle locazioni, con una crescente domanda da parte di aziende enti e istituzioni alla ricerca di soluzioni abitative per i propri manager e funzionari».

La domanda nel 2016, a Milano e a Roma, mantiene la stessa vivacità del 2015, grazie a un’offerta in crescita, anche se nel capoluogo meneghino il mercato delle locazioni di pregio ha registrato un aumento più lieve rispetto alla Capitale, per quanto con dinamiche differenti tra le varie zone. La durata media di una trattativa è di circa 4 mesi a Milano e di 3 mesi a Roma. I canoni medi sono in calo  del -3,5% nella città ambrosiana e del -2,5% nella Capitale.

Nella città eterna una significativa crescita della domanda si è avuta nelle zone del Centro Storico e Prati, mentre nelle zone di Aventino, Parioli, Pinciano-Veneto,Trastevere si è confermata stabile e con una buona richiesta. Una diminuzione si è invece avuta nelle zone di Flaminio e Salario-Trieste.  A Milano un incremento della domanda c’è stato nelle zone Brera e Magenta –Pagano – Castello mentre nessuna variazione si è registrata nella zona del Quadrilatero, del Centro Storico e Palestro-Duse.

L’offerta in locazione a Milano è risultata in aumento nel Quadrilatero e nel Centro Storico mentre nella città capitolina c’è stata una crescita in tutte le zone, rimanendo stabile solo Aventino, Pinciano-Veneto e Trastevere. Invariato a Roma il numero di contratti, con buone performance per Aventino,Flaminio, Salario e Trastevere. Il Centro Storico e Prati registrano un ulteriore incremento mentre un lieve calo il quartiere Parioli. Positivo il numero dei contratti in quasi tutte le aree di Milano, tranne che per Palestro– Duse, dove si è registrata una flessione oltre che una riduzione dei canoni, stabili in tutte le altre zone.  A Roma i canoni registrano un calo nelle zone di Flaminio, Parioli, Pinciano-Veneto e Salario-Trieste.

Forte a Milano l'incremento dello short rent gestito direttamente da proprietari o società di servizi rispetto all'intermediazione classica.


Leggi l'articolo su Requadro.com

Intervista a Fabio Guglielmi, a cura della redazione, Requadro.com, 21 giugno 2017