Home Page

Santandrea Luxury Houses

Apri menu
Torna alle news Il treno di lusso sbarca in Italia: prezzi e itinerari dell’Orient Express La Dolce Vita Il treno di lusso sbarca in Italia: prezzi e itinerari dell’Orient Express La Dolce Vita

Il treno di lusso sbarca in Italia: prezzi e itinerari dell’Orient Express La Dolce Vita

L’Orient Express è l’esclusivo treno di lusso che arriverà a breve anche in Italia con il progetto “La Dolce Vita”: scopriamo l’itinerario, le caratteristiche del treno e i prezzi dei biglietti.

28/02/2022

L’Orient Express è l’esclusivo treno di lusso che arriverà a breve anche in Italia con il progetto “La Dolce Vita”. Dall’itinerario agli interni del treno, fino alle tempistiche e a quanto costa viaggiare su questo treno di lusso: scopriamo tutto quello che c’è da sapere sull’Orient Express.

INDICE:

La Dolce Vita: il progetto Orient Express in Italia

È passato quasi un secolo e mezzo dal primo viaggio del vero Orient Express, nato da un’idea di Georges Nagelmackers, erede della più antica banca belga, ispirato dai treni di George Mortimer Pullman che aveva visto in un viaggio negli Stati Uniti. Tra la fine dell’800 e gli anni ‘30 del ‘900, l’Orient Express era un treno di lusso all’avanguardia ed elegante, con carrozze in legno di teak verniciato, riscaldate a vapore e illuminate a gas. La cura dei dettagli all’interno e il comfort garantito ai passeggeri rendevano questo treno un vero hotel di lusso su rotaie, oltre ad aver stimolato la fantasia di registi, fumettisti e scrittori, tra cui la grande Agatha Christie con il suo “Assassinio sull’Orient Express”. Circa 150 anni dopo, l’Orient Express è tornato a far sognare i viaggiatori di tutto il mondo e, molto presto, arriverà anche in Italia. A partire dal 2023, infatti, sarà possibile viaggiare sulll’Orient Express “La Dolce Vita”, progetto nato da un accordo tra il gruppo francese Accor (che detiene dal 2017 il marchio “Orient Express”), Trenitalia e Arsenale S.p.A. (azienda che opera nell’hospitality di lusso), e rivolto agli amanti del lusso su rotaie.

Questo convoglio esclusivo si ispira agli anni e al design del La Dolce Vita, offrendo diversi itinerari (al momento ne sono previsti dieci) attraverso 14 regioni del Bel Paese, con Roma come cuore e tappa centrale del percorso. A Roma, infatti, si troverà innanzitutto la sala lounge dedicata agli ospiti dell’Orient Express italiano, all’interno di uno storico edificio che verrà ristrutturato presso la Stazione Roma Termini. Oltre a ciò, sempre nella Capitale, aprirà nel 2024 il primo albergo firmato dal brand, ovvero l'Hotel Orient Express Minerva. Questo hotel di lusso sarà realizzato nell’ex Palazzo Fonseca (ora di Arsenale S.p.A.), uno degli edifici preferiti da visitatori di Roma del calibro di Herman Melville, Stendhal e George Sand. L’Hotel Orient Express Minerva - 93 stanze, 24 suite e una Spa firmata Guerlain - farà da apripista per le aperture in programma a Londra, Parigi, Milano e Firenze, oltre a rappresentare il centro del progetto italiano dell’Orient Express “La Dolce Vita”.

Alla scoperta degli interni dell’Orient Express

Nel treno di lusso per eccellenza, nulla può essere lasciato al caso, in particolare gli interni realizzati per ospitare i pochi passeggeri che riusciranno a permettersi questo viaggio esclusivo. Il design delle vetture dell’Orient Express “La Dolce Vita” è stato realizzato dal noto studio internazionale Dimorestudio che ha voluto rendere omaggio, appunto, al La Dolce Vita romana degli anni Sessanta e Settanta nella scelta degli arredi e della livrea. L’ispirazione che ha guidato il concept degli interni è arrivata sia dai maestri del design italiano di quel periodo, ovvero Gio Ponti, Carlo Scarpa, Piero Fornasetti e Ignazio Gardella, sia dal genio creativo di artisti come Lucio Fontana, Agostino Bonalumi, Enrico Castellani e altri esponenti dello Spazialismo italiano. Queste fonti di ispirazione sono state riprese da Dimorestudio all’interno delle 12 cabine deluxe, delle 18 suite, della suite d’onore e del ristorante, che prevede ovviamente un menù di altissimo livello e vini italiani pregiati. In particolare, la carrozza-ristorante prevede tende in stile rattan, tavoli pregiati con piano in vetro, sedie decorate da tessuti con fantasie floreali e superfici con finitura di marmo.

Il design degli anni Sessanta e Settanta è stato ovviamente declinato in chiave più moderna, grazie a tappeti colorati, finestre panoramiche e opere d’arte contemporanea presenti nelle carrozze. Entrando maggiormente nel dettaglio degli interni dell’Orient Express “La Dolce Vita”, il progetto prevede texture e finiture abbinate in tutti gli spazi, una palette di colori composta da neutri affiancati ad arancioni e rossi profondi. Passando alle aree private, qui le tonalità si fanno più fredde, con sfumature di verde e blu, sempre riprendendo la mescolanza di modelli e finiture. Nelle aree pubbliche, invece, le sedute a banquette curate contrastano con le linee rette della carrozza, mentre l’illuminazione varia da applique in stile art decò fino a pendenti e lampade più semplici. È quasi scontato specificare che, in un contesto del genere, anche il dress code dei passeggeri dovrà essere adeguato, ovvero rispettare degli standard minimi di eleganza, come la giacca e cravatta obbligatori a bordo, oltre allo smoking richiesto per cena - per quanto riguarda l’abbigliamento maschile.

Itinerario e prezzi del treno di lusso più esclusivo

Orient Express: itinerari, prezzi e informazioni- Santandrea Luxury Houses L’Orient Express “La Dolce Vita” è dunque un treno di lusso unico al mondo per eleganza, stile degli interni e comfort offerti. Ma non solo. Anche gli itinerari di questo treno sono davvero unici ed esclusivi. Attualmente sono già state previste dieci tratte (con pernottamento da una a tre notti) attraverso 14 regioni e 131 città italiane. Le dieci tratte saranno percorse da sei treni, per un totale di più di 16.000 km di linee ferroviarie percorribili – di cui 7.000 km non elettrificate –, e raggiungeranno anche tre destinazioni internazionali, collegando Roma a Parigi, Istanbul e Spalato. Gli itinerari di questo esclusivo treno di lusso soddisfano tutti i gusti. Compresi quelli di Chiara Ferragni, che recentemente è stata fotografata a bordo della tratta già attiva tra Venezia e Parigi. Questo tragitto prevede un’unica notte di viaggio, ma il prezzo è comunque da capogiro, dato che può arrivare anche a 4.800 euro, partendo comunque da più di 2.500 euro per un biglietto in cabina semplice e doppia. La tratta che va da Venezia a Londra ha un prezzo di poco inferiore ai 4.000 euro, mentre arrivare dalla Serenissima ad Istanbul costa più di 8.500 euro. Dopo aver anticipato le tariffe per i tragitti internazionali, possiamo passare a quelli interni al territorio italiano, i cui prezzi non sono però ancora definiti. Per quanto riguarda l’Italia, le tratte già previste sono dieci e prevedono diversi pacchetti, che variano da una a tre notti.

Ci saranno il Treno delle Alpi, che partirà da Milano e arriverà a Cortina, il Treno del Tartufo e del Vino, che attraverserà il Piemonte e la Liguria, con un focus su temi vinicoli e culinari. Sono previsti ben tre diversi convogli per la Sicilia: uno nell’Occidente della regione, da Palermo a Trapani, uno dedicato alla Sicilia Barocca e uno che andrà da Ovest a Est questa, seguendo un itinerario enogastronomico. La Rotta delle Sirene, invece, viaggerà lungo il versante ionico di Basilicata e Calabria, ma ci sarà anche un convoglio tra il Salento e Matera, che verrà toccata anche dalla tratta che, tramite la Transiberiana d’Italia, arriverà a Roma. L’Urbe sarà anche il punto di partenza e di arrivo dell’itinerario che attraverserà la Val d’Orcia e la Maremma toscana. E, come anticipato, partiranno sempre da Roma i treni diretti alle tre destinazioni internazionali di Parigi, Istanbul e Spalato. Itinerari da sogno attraverso territori bellissimi, all’interno di carrozze di lusso e dal design unico. L’Orient Express “La Dolce Vita” si preannuncia come un’esperienza esclusiva e indimenticabile, un viaggio di lusso slow e sostenibile. Sì, perché il progetto prevede anche una serie di interventi ecologici volti ad assicurare la sostenibilità della linea propria ferroviaria.



Condividi l'articolo

Altri articoli